Plastica dei turbinati inferiori

Tra i turbinati (tre in ogni fossa nasale) quelli inferiori possono interferire con le funzioni respiratorie. Questi sono delle piccole formazioni ossee rivestite da mucosa erettile che svolgono funzioni di regolazione del flusso aereo nasale.

Quando, per motivi allergici od aspecifici (variazioni di pressione, umidità, ormoni) la loro mucosa si rigonfia, questi possono determinare un notevole grado di ostruzione nasale anche associato a deviazione settale. Anche tale patologia può favorire lo sviluppo di una sindrome sinusitica di pur forte entità.

Il trattamento è chirurgico ed estremamente semplice; in passato i turbinati ipertrofici venivano coagulati con successiva retrazione cicatriziale, successivamente si è proceduto a trattarli mediante infiltrazione di farmaci cortisonici, con conseguente retrazione.

Oggi vengono trattati in regime ambulatoriale mediante l'uso del Coblator che, determinando in modo assolutamente indolore il collasso dei tessuti ipertrofici interni dei turbinati, ne provoca un'adeguata riduzione di volume, lasciando intatta la superficie e consentendo un immediato ripristino della respirazione ottimale.

L'intervento è totalmente indolore, dura circa 20 minuti e viene eseguito mediante anestesia da contatto e blanda sedazione. Dal giorno successivo il paziente può riprendere le sue normali occupazioni.